Sansepolcro, riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti all’isola ecologica

Riassetto del piano di lavoro e maggiori controlli da parte del personale, in attesa delle opere di adeguamento dell’area

L’isola ecologica come punto fermo per la tutela dell’ambiente a Sansepolcro. Il centro di raccolta della frazione Gricignano sarà oggetto di un’importante fase di riassetto che riguarderà sia la parte organizzativa che quella logistica. In attesa del via libera per le opere di riqualificazione delle strutture, l’Ufficio Ambiente del Comune di Sansepolcro ha disposto agli operatori dell’area un’intensificazione delle attività di controllo nei confronti dei fruitori del servizio.

Un primo importante aspetto legato al monitoraggio riguarda ovviamente i criteri di accesso al centro di raccolta, spesso disattesi dagli utenti. L’ingresso è infatti consentito esclusivamente ai privati cittadini residenti nel comune di Sansepolcro solo dietro l’autorizzazione dell’operatore e previa registrazione dei dati personali; sono quindi escluse ditte, imprese ed altri soggetti che svolgano attività commerciali o imprenditoriali.

Oltre alla verifica dei requisiti di accesso, agli operatori è inoltre disposto il controllo accurato dei carichi ai fini dell’ammissione, regolando l’accesso per tutti quei rifiuti che non rientrano tra le tipologie ammesse e segnalando agli uffici comunali qualsiasi irregolarità o disfunzione venga rilevata, sia essa riferita alle strutture, attrezzature, contenitori o organizzazione e funzionalità dei servizi. Per una maggiore organizzazione ed efficienza, gli operatori in servizio saranno muniti di casacca identificativa e tesserino con le generalità dell’operatore stesso e l’associazione di appartenenza.

“La riqualificazione del centro di raccolta di Sansepolcro - afferma Luca Galli, vicesindaco a assessore all’Ambiente - rappresenta un intervento importante sotto l'aspetto tecnico e funzionale, oltre che per l'incidenza ambientale che il servizio avrà sul nostro territorio, mettendo a disposizione della comunità un'area fondamentale per la raccolta differenziata. L'intensificazione dei controlli, poi, andrà ad influire anche su un altro aspetto da non sottovalutare, ossia quello economico: i costi per lo smaltimento di materiali industriali e rifiuti provenienti dai Comuni limitrofi vanno di fatto a incidere sulla TARI”.

“Entro la fine dell’anno contiamo di avviare i lavori per la risistemazione dell’isola ecologica – annuncia Galli – L’attuale area di raccolta sarà temporaneamente spostata di qualche metro per eseguire degli interventi significativi ad impianti e strutture con l’obiettivo di aumentare l’efficienza del servizio nella sede attuale”.

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it