Borsa di studio, cerimonia di consegna

Pubblicato il 17 novembre 2021 β€’ Cultura

L’Associazione Cultura della Pace, il Comune di Sansepolcro, Assessorato alla Cultura e ACLI di Sansepolcro, Circolo “Adriano Olivetti”, comunicano con gioia che la cerimonia di consegna alla Dott. ssa Sara Cetti, della Borsa di Studio dedicata alla nonviolenza, intitolata a Angiolino e Giovanni Acquisti, si terrà Giovedì 25 Novembre 2021, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, presso la Biblioteca “Giorgio Alberti” dell’Istituto Tecnico Economico “Fra’ Luca Pacioli” di Sansepolcro, alla presenza del giornalista RAI Radio1, Giuseppe Carrisi, che, nell’occasione, presenterà il suo ultimo libro “Il Paese che uccide le donne”. L’ingresso sarà solo su invito.

La tesi, discussa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Facoltà di Scienze Politiche, dal titolo “Ubuntu: la via sudafricana alla riconciliazione” con relatrice Prof. ssa Claudia Mazzucato, ha vinto con la seguente motivazione:

“La tesi affronta un tema molto attuale: una filosofia del perdono e dell’appartenenza all’umanità quale espressione di esistenza e presenza, realizzata e messa in pratica nel Sudafrica di Nelson Mandela e del Cardinale anglicano, Premio Nobel per la Pace nel 1984, Desmond Tutu, protagonista di questa visione etica. Una filosofia che non prevede una particolare indole, ma che si apprende e si applica attraverso la consapevolezza di una coscienza del limite che porta le parti in causa a comprendere le ragioni dell’Altro e a prendersi le proprie responsabilità dell’accaduto, creando le condizioni per la costruzione di una nuova storia dove ogni essere umano è protagonista in quanto appartenente alla medesima comunità”.

La cerimonia vedrà il collegamento con l’Università Cattolica di Milano e con la relatrice Prof. ssa Mazzucato.

Sarà un’ulteriore occasione per una profonda riflessione sui meccanismi della violenza e su come rispondere in modo nonviolento ad ogni forma di intolleranza e di odio. Dall’esperienza sudafricana fino alle violenze quotidiane che si manifestano in ogni parte del mondo, siamo chiamati a essere elemento di discontinuità e di recupero del convivere civile, permettendo la creazione di una società più giusta e solidale. Con le tesi arrivate per questa edizione, la Biblioteca Comunale di Sansepolcro vanta già 62 tesi specialistiche, confermando Sansepolcro significativo centro di studio sulla nonviolenza e della sua applicazione nel quotidiano.

Biografia di Giuseppe Carrisi:

Giornalista Rai, scrittore e documentarista, ha realizzato numerosi reportage da zone di guerra come Palestina, Sierra Leone, Uganda, Burundi, Costa D’Avorio, Liberia, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Rwanda, Sudan. Ha pubblicato Kalami va alla guerra (2006), Tutto quello che dovresti sapere sull’Africa e che nessuno ti ha mai raccontato (2009), Gioventù camorrista (2010), La fabbrica delle prostitute (2011), Padre Mosè (2017). Ha realizzato il documentario Kidogò, un bambino soldato, presentato al Giffoni Film Festival e vincitore nel 2010 dell’International Film Festival for Children and Youth di Yerevan, in Armenia. Ha scritto e diretto il documentario Voci dal buio, e le docufiction Zarema e le altre e Le figlie di Mami Wata. È stato coautore e interprete dello spettacolo teatrale Abusi d’Africa.