Regione Toscana

Archivio Storico Diocesano di Sansepolcro

Ultima modifica 2 agosto 2019

Ospitato all’interno del Palazzo Vescovile, l’Archivio Storico Diocesano di Sansepolcro conserva la memoria di cinque antiche istituzioni ecclesiastiche che tra medioevo ed età moderna estesero la loro giurisdizione su vasta parte dell’area centro-italiana compresa tra Toscana, Romagna e Umbria: l’abbazia di Sansepolcro e le sue numerose dipendenze nelle diocesi di Città di Castello, Perugia e Assisi (secc. XI-XVI), l’abbazia di Bagno di Romagna (secc. XV-XVIII), l’abbazia di Sant’Ellero di Galeata (secc. XVI-XVIII) e l’arcipretura di San Pancrazio a Sestino (secc. XVI-XVIII). Il nucleo documentario più consistente si riferisce alla Diocesi di Sansepolcro (1520-1986), mentre quello più antico è relativo alla precedente abbazia, con documenti che datano in originale dall’anno 1022 e in regesto dall’anno 1012. La documentazione conservata copre l’arco cronologico 1012-2016.

Di particolare interesse la raccolta di pergamene, che contiene la documentazione più antica conservata a Sansepolcro, tra cui documenti imperiali dei secc. XI/XII. L’Archivio Storico Diocesano possiede inoltre una raccolta di sigilli (secc. XVIII/XX) e una fototeca. All’Archivio è annessa la Biblioteca Vescovile, che raccoglie circa 25.000 volumi.

Per la ricerca si possono utilizzare i repertori presenti in sala consultazione e in parte reperibili nella piattaforma www.academia.edu alla voce “Archivio Storico Diocesano Sansepolcro”.