Regione Toscana

Regolamento della Biblioteca

Ultima modifica 19 febbraio 2019

Biblioteca Comunale
Dionisio Roberti

Regolamento

Titolo I

Istituzione e finalità del servizio

Art. 1
Funzioni
La Biblioteca comunale ha la funzione di dare attuazione al diritto dei cittadini all’informazione, allo studio, alla cultura, alla continuità formativa e all’impiego del tempo libero, al fine di contribuire alla promozione della crescita culturale e dello sviluppo sociale.


Art. 2
Interventi e attività

La Biblioteca, con riferimento a quanto disposto dalla legislazione nazionale e regionale in materia di biblioteche, attua i seguenti interventi:

  • raccoglie, ordina e predispone per l’uso pubblico libri, periodici, pubblicazioni, materiale documentario in qualsiasi supporto esso si presenti e quant’altro costituisca elemento utile all’informazione, alla documentazione e all’attività di libera lettura;
  • provvede alla raccolta e alla conservazione di documenti e testimonianze riguardanti il territorio comunale e la comunità, al fine di custodire e trasmettere la memoria storica locale;
  • può promuovere e favorire studi, pubblicazioni, ricerche scolastiche e universitarie che abbiano per oggetto la storia locale;
  • può predisporre e organizzare studi, dibattiti e mostre e iniziative finalizzate alla promozione della lettura e alla formazione culturale permanente;
  • contribuisce all’attuazione del diritto allo studio e all’educazione permanente, fornisce assistenza agli studenti e promuove la collaborazione con le istituzioni scolastiche.

Art. 3
Forme di coordinamento

La Biblioteca, al fine di ampliare e potenziare le proprie funzioni d’informazione e documentazione, promuove forme di collegamento e cooperazione con biblioteche, archivi, associazioni culturali, educative e documentarie, pubbliche e private.
La Biblioteca aderisce alla Rete documentaria aretina e contribuisce al suo funzionamento e al suo sviluppo.
Effettua la propria attività bibliografica e biblioteconomica in armonia con i programmi e gli indirizzi generali della Regione Toscana per l’attuazione del Servizio Bibliotecario Nazionale.

 

Titolo II

Patrimonio, gestione e bilancio

Art. 4
Patrimonio

Il patrimonio della Biblioteca comprende, oltre alla sede del Palazzo Ducci – del Rosso, le strumentazioni e la dotazione documentaria, i cataloghi e tutti gli altri strumenti informativi  prodotti dal servizio. Il materiale documentario su qualunque supporto, non avente carattere di rarità, pregio e che non assolva più alla sua funzione informativa, sarà scaricato dall’inventario della Biblioteca e inviato allo smaltimento.

Art. 5
Gestione amministrativa e finanziaria

La gestione amministrativa e finanziaria della Biblioteca, è affidata al Servizio Cultura del Comune di Sansepolcro che gestisce  i servizi affidati.
Il Direttore, sulla base delle risorse attribuitegli e degli obiettivi prefissati, provvede all’ordinario funzionamento dei servizi bibliotecari.

Art. 6
Gestione biblioteconomica

Per il trattamento del materiale bibliografico e documentario acquisito, in riferimento alla descrizione, catalogazione, organizzazione e fruizione, la Biblioteca Comunale adotta e segue le norme e gli standards della tecnica biblioteconomica, tenuto conto anche delle disposizioni nazionali e regionali in materia.

 

Titolo III

I servizi al pubblico

Art. 7
Accesso alla Biblioteca

Gli spazi e i servizi nei quali si articola la Biblioteca si differenziano sulla base della destinazione di utenza, sia adulta che giovanile e per tipologia del materiale documentario.
L’accesso alla Biblioteca è libero e gratuito per tutti, senza distinzioni di sesso, razza, lingua e religione.
L’accesso alla Biblioteca e l’uso dei suoi servizi devono avvenire con un comportamento rispettoso degli spazi e del patrimonio pubblico.


Art. 8
Periodi e orari di apertura al pubblico

Il responsabile della biblioteca fissa i tempi e la durata dell’accesso ai servizi, tenuto conto delle indicazioni eventualmente predisposte. L’apertura è articolata sulle fasce di orario che consentano ad ogni categoria di utenti l’utilizzo dei servizi.


Art. 9
Consultazione in sede

I servizi della biblioteca sono di norma liberi e gratuiti. Possono tuttavia essere poste a carico degli utenti le spese sostenute per l'erogazione di particolari servizi, aggiuntivi a quelli di base, che per la loro natura, per il loro funzionamento o per tipo di fornitura comportino costi supplementari interni o esterni, anche connessi all'utilizzazione di tecnologie. Tali servizi aggiuntivi e le eventuali relative tariffe verranno stabiliti nella Carta dei Servizi.


Art. 10
Consultazione dei documenti appartenenti ai fondi antichi e speciali

I fondi antichi e speciali della biblioteca, per il loro carattere di rarità bibliografica, sono sottoposti a particolari restrizioni e cautele, volte a garantire la conservazione dei documenti e a preservarne l'integrità.
La loro consultazione è consentita agli utenti che presentino una motivata richiesta:

  • compatibilmente allo stato di conservazione dei documenti;
  • sotto la stretta sorveglianza del personale della biblioteca;
  • esclusivamente per motivi di studio comprovati da adeguata documentazione;
  • secondo modalità e tempi da concordare.

Gli studiosi che si avvalgono del materiale del fondo storico della Biblioteca per una pubblicazione devono obbligarsi, per iscritto, a indicare che i documenti utilizzati appartengono alla Biblioteca comunale di Sansepolcro e di inviare in dono alla Biblioteca stessa una copia del volume o l’estratto del volume che la contiene.

 

Titolo IV

I diritti del cittadino nell’accesso ai servizi


Art.11
Principi ispiratori del servizio pubblico

L’erogazione dei servizi della Biblioteca Comunale deve essere ispirata ai “Principi sull’erogazione dei servizi pubblici”, indicati dal D.P.C.M. 27 gennaio 1994:

  • eguaglianza;
  • imparzialità;
  • continuità;
  • diritto di scelta;
  • partecipazione;
  • efficienza ed efficacia.

Il personale in servizio conforma il proprio comportamento e il proprio stile di lavoro a tali principi e tende a stabilire rapporti di collaborazione con gli utenti.

Art.12
Carta dei Servizi

Nella “Carta dei Servizi della Biblioteca” sono individuati i fattori di qualità e definiti gli standard generali e specifici di erogazione dei servizi.
La “Carta dei Servizi”, viene aggiornata periodicamente per adeguarla sia alle esigenze degli utenti che alle condizioni organizzative delle strutture di servizio.
 

Art.13
Informazione degli utenti

La Biblioteca assicura la piena informazione agli utenti sui servizi predisposti e sulla loro modalità di utilizzazione.

 

Titolo V

Personale e organizzazione del lavoro

Art. 14
Responsabile della Biblioteca

La Biblioteca ha un Direttore che coordina la struttura, la gestione finanziaria, tecnica e amministrativa del Servizio Biblioteca.
 

Art. 15
Personale dipendente, incaricato e volontario

Il Comune assicura il funzionamento della Biblioteca a mezzo di personale dipendente, o assunto per incarico esterno.
 

Art. 16
Formazione e aggiornamento

E’ prevista la partecipazione del personale della Biblioteca a specifiche iniziative formative e di aggiornamento professionale, a seconda delle mansioni esercitate da ciascuno nell’ambito delle diverse strutture del servizio.

 

Titolo VI

Disposizioni finali


Art. 17
Uso dei locali della Biblioteca e della Sala riunioni

L’utilizzo dei locali adibiti ad uso esclusivo della Biblioteca potrà essere consentito, dietro autorizzazione del Direttore, solo per lo svolgimento delle attività congrue alle finalità della Biblioteca stessa.


Art.18
Norme finali e transitorie

Quanto non esplicitamente previsto nel presente Regolamento sarà ulteriormente dettagliato nella Carta dei Servizi.