Regione Toscana

Secondo ponte sul Tevere: l’assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Marzi fa chiarezza

Pubblicato il 22 luglio 2019 • Lavori Pubblici

“Grazie all’impegno di questa amministrazione, l’iter burocratico sta andando avanti senza ostacoli. A fermarci non sarà di certo la disinformazione”

“A seguito delle notizie in gran parte grossolane e scorrette che alcune forze politiche si ostinano a diffondere in merito alla procedura di aggiudicazione dei lavori per il nuovo ponte sul Tevere, l’Amministrazione Comunale intende rassicurare i cittadini che il complesso iter burocratico sta andando avanti al momento senza intoppi.

Questa amministrazione ha dovuto affrontare lunghi tempi tecnici, scanditi dalle regole e dalle leggi, poiché sul ponte si è dovuta fare carico di tutte le procedure tecniche, progettazioni e bandi di gara che non esistevano. Chi dice che era tutto pronto dichiara una falsità al solo scopo di fare propaganda politica.

In una procedura di affidamento così complessa, che il Comune non si era mai trovato ad affrontare, ci sono dei passaggi burocratici e formali che impongono il rispetto di tempi fissati dalla legge.

La prima precisazione in merito al alcune dichiarazioni false girate in questi giorni è relativa alla Gara dei lavori: se ne è occupata una Commissione di professionisti esterni, costituita presso l'Unione dei Comuni, che ha svolto un lavoro ineccepibile; non è la Giunta, l'Assessore o il Sindaco che si occupano delle Gare, ma degli organismi tecnici che la legge prevede: lo dovrebbero sapere bene alcuni consiglieri di minoranza che, pur non avendo mai amministrato in ambito pubblico – e dimostrando di non avere alcuna credibilità per farlo in futuro, fortunatamente – potrebbero almeno studiare meglio i procedimenti amministrativi.

La seconda precisazione doverosa riguarda il fatto che recentemente abbiamo preso atto, con relativi atti conseguenti, di una determinazione non vincolante dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC) che ha interpretato la richiesta di una ditta partecipante alla Gara: un normale pre-contenzioso che non blocca assolutamente niente ma che, attraverso un arbitro terzo che è l’ANAC, stabilisce indirizzi per la determinazione dell’aggiudicatario dei lavori.

Un atto dovuto, molto frequente in questo genere di appalti, con il quale è stato tra l'altro riconosciuto alla determinazione dell’ANAC, sebbene non vincolante, l’alto valore di indirizzo interpretativo che la legge affida a questo organismo. Quindi la notizia di un blocco della procedura o di una nuova gara da espletare è falsa.

Confermo che l’iter sta andando avanti e l’amministrazione comunale, dopo aver terminato la rotatoria di via Bartolomeo della Gatta, sta procedendo con l’avvio di una seconda serie di importanti lavori sui sottoservizi in via dei Banchetti che porteranno a realizzare la viabilità di collegamento al Ponte. Al momento non ci sono quindi né blocchi dei cantieri né ricorsi e se ce ne saranno siamo in grado di portare avanti in contemporanea il lavori relativi alla viabilità.

Abbiamo programmato e lavorato due anni per questa opera della quale mancava tutto: progettazioni, capitolati e bandi di gara. Se oggi di fatto abbiamo dato avvio ai lavori è grazie ad un impegno politico e tecnico costante e serio. A fermarci non sarà di certo la disinformazione fatta da alcuni pressappochisti che dovrebbero avere un maggiore senso di responsabilità all'interno delle Istituzioni.”

Riccardo Marzi – Assessore ai Lavori Pubblici Comune di Sansepolcro